Otakon 2018, botta e risposta!

Lo studio TRIGGER ha partecipato all’Otakon di quest’anno con incontri riguardanti soprattutto Little Witch Academia (LWA)! Tra i più rilevanti, un’interessante incontro di Domande e Risposte e una sessione di disegno in diretta con Yoshinari.*

Qualche risposta in generale

  • È stato chiesto come mai TRIGGER non fosse conosciuto come dovrebbe, e la risposta è stata molto semplice: « lo stile dello studio è polarizzante, o piace o non piace ma non per questo lo cambieremo » .
  • Lo Studio preferisce creare lavori originali per una questione di entrate (non vi sono diritti d’autore da pagare a terzi) e perché aiuta gli artisti e gli animatori a migliorare le proprie capacità per il futuro.
  • In merito al migliorare gli artisti e gli animatori, Yoshinari, rispondendo ad un’altra domanda, ha fatto notare come i giovani animatori perdano molto tempo nel disegnare perfettamente ogni singolo disegno.
  • Lo Studio attualmente sta lavorando principalmente su 3 lavori: Indivisible (videogioco), SSSS.Gridman (anime) e Promare (anime).
  • Progetti quali Tengen Toppa Gurren Lagann e Kill la Kill sono considerati conclusi per quanto concerne serie animate. Alla domanda


« Di quale opera prodotta in passato vi piacerebbe fare un rifacimento? » è stato risposto « Preferiamo lavorare su nuovi progetti ».

  • Yoshinari ha spiegato quanto i suoi disegni dei mecha di TTGL fossero una rappresentazione più ragionevole di quella originale di Imaishi.
    LWA e Panty and Stocking With Garterbelt sono due progetti su cui vorrebbero lavorare di più in futuro, e il secondo è stato specificato che sarebbe quello più in secondo piano. Tutto dipende dal supporto dei fan.
  • Panty & Stocking, in origine, prevedeva due stagioni.
    Fondamentalmente è Netflix che ha il potere di dare o non dare il via libera per una seconda stagione di LWA. Tutto dipende dalle visualizzazioni. Ōtsuka ha quindi suggerito che settare l’autoriproduzione o il rivedere la serie potrà essere utile.

“Quindi, se crederete nella magia con tutto il vostro cuore e lascerete che il vostro account Netflix riproduca automaticamente Little Witch Academia, allora ci sarà il via libera per un’altra stagione.” – Masahiko Otsuka, Presidente di Studio Trigger.

  • « Se ad uno show verrà dato il via libera, non aspettatevi che esca, da quel momento, prima di un anno e mezzo», è stato dichiarato; questo a causa dei costi di produzione sia in termini di tempo sia in termini di qualità; senza contare che ad avere la priorità sarebbero comunque le serie a cui attualmente stanno lavorando (SSSS.Gridman e Promare).
  • Ōtsuka ha spiegato come lo Studio TRIGGER ha due sedi in Giappone, di cui la principale a Tokyo, e si è divertito quando dei fan gli hanno suggerito di aprirne una negli USA; scherzando Ōtsuka ha risposto che ci avrebbe pensato.
  • Al lancio del profilo Patreon dello Studio TRIGGER erano state annunciate delle sessioni di disegno in diretta come quella presentata all’Otakon di quest’anno. A breve ci sarà un annuncio in merito.

Risposte specifiche in merito a Little Witch Academia

  • Yoshinari ha confermato che durante la produzione di LWA ci sono stati molti episodi che non è riuscito a produrre ma che gli piacerebbe inserire in una seconda stagione*². Ha poi aggiunto che gli piacerebbe poter riavvolgere il nastro e focalizzarsi sull’interazione fra altri personaggi.
  • Nel caso di una seconda stagione di LWA, sia Tsutsumi che Yoshinari hanno affermato la loro volontà nello sviluppare i personaggi attualmente secondari. Jasminka sembrerebbe essere proprio uno di questi personaggi. Tsutsumi ha espresso il suo interesse nel creare almeno un episodio incentrato su di lei dato che nella prima stagione non ha praticamente avuto spazio a causa della mancanza di tempo. Nel fumetto, in cui l’autore ha carta bianca*³, Jasminka è posseduta da un certo “demone”, cosa che questa strettamente connessa alla sua storia personale.*⁴ È stato confermato che ci sarebbe dovuto essere un episodio proprio incentrato su questo, ma poi è stato tagliato a causa di limitazioni di tempo.
  • Per l’episodio 8, Yoshinari ha dichiarato che in esso vi ha voluto riflettere lo stile artistico di Tom & Jerry e in generale dei cartoni animati degli anni venti del secolo scorso. Ha inoltre aggiunto di aver tratto spunto da artisti come Wyeth, i cui lavori vorrebbe rivedere in qualche futura pubblicazione DC.
    Yoshinari ha scherzato sul fatto che non riesce più a dormire in una posizione sdraiata per quante volte si è addormentato sulla sedia. E Tsutsumi gli ha ripetuto in più di un’occasione di dormire come si deve!*⁵
  • Per Rie Murakawa è stato molto difficile doppiare Constanze, che nella serie aveva pochissime “battute di dialogo”, in quanto è famosa per essere molto loquace ed estroversa. Si aspettavano che se lei avesse finalmente parlato, sarebbe stato un lunghissimo monologo che nessuno avrebbe potuto fermare!
  • Ōtsuka ha sottolineato quanto LWA fosse una storia che riflette l’attuale industria dell’animazione (giapponese). C’è meno interesse nell’animazione tradizione (la magia), mentre i media digitali si stanno imponendo.
  • Secondo Tsutsumi, Amanda, che è nata in America, sarebbe vissuta probabilmente in Texas dato il suo temperamento frenetico e sfrontato!
  • Sono stati nuovamente ringraziati i fan che parteciparono al Kickstarter per i primi due OVA di LWA. Senza di loro non ci sarebbe stato nulla.
  • È stato confermato che Croix è in una prigione per streghe, e che Chariot potrebbe di tanto in tanto andarla a trovare per portarle delle torte.
  • È stato confermato ufficialmente che i nomi di Hannah e Barbara vengono dai famosi animatori statunitensi William Hanna e Joseph Barbera, fondatori della celebre casa di produzione Hanna-Barbera Productions Inc.

Note

* La strega ritratta non è Akko, almeno per quanto ne sappiamo: non sono stati infatti forniti dettagli in merito; Yoshinari ha solo detto che voleva vedere dove l’ispirazione lo portava.

*² Nei messaggi su Twitter viene utilizzato più volte la parola “season”, definizione un po’ fuorviante, ma probabilmente Trigger parlava in termini di “seconda serie animata”, con un numero di episodi almeno pari a quello della prima. La divisione in stagioni è infatti un qualcosa fatto soltanto da Netflix.

*³ Il riferimento dovrebbe essere a Satou Keisuke, il disegnatore dell’ultima produzione a fumetti legata a Little Witch Academia, la quale ha visto recentemente la sua improvvisa conclusione dopo l’uscita di una quantità di capitoli corrispondenti a tre volumi (di volumi ne sono usciti due, gli altri capitoli sono stati pubblicati al momento solo sulla rivista Shounen Ace).

*⁴ Come dichiarato in un precedente incontro, Jasmika è posseduta da “un demone”, ed è a causa sua che ha sempre fame.

*⁵ Tsutsumi, che è una delle produttrici di Little Witch Academia, è la moglie di Yoshinari: per questo si permette di correggerlo!

Fonti


Leggi altri articoli riguardanti Patreon e Little Witch Academia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.